Ultimi aggiornamenti

Prc Terni: “Vicenda ex Novelli dimostra deindustrializzazione del territorio”

La vicenda della ex Novelli esprime tutta la drammatica realtà di un territorio ormai
devastato dalla deindustrializzazione in cui si insinuano le solite dinamiche speculative di
gruppi industriali che mirano solo alla conquista del patrimonio immobiliare dell aziende in
crisi.
La realtà dei fatti è proprio questa: a fronte della scellerata legge Passera, che permette il
rilevamento di aziende in fallimento con solo 1 Euro, la Alimentitaliani ha avviato una
ristrutturazione di cui si faranno carico, come sempre, i lavoratori e le produzioni. Sono infatti previsti la chiusura dello stabilimento di Cisterna, 75 esuberi, la cancellazione
dei superminimi e dei diritti accumulati, con risparmio di 4 milioni di euro, nessun piano
industriale credibile, la terziarizzazione dei servizi amministrativi e lo scorporo di beni
immobili verso altre società del gruppo. Stiamo assistendo ad un nuovo medioevo voluto dal grande capitale finanziario. Tutto
questo è inaccettabile!
E’ necessario che tutto l’arco sindacale si adoperi per la ripresa del più ampio conflitto,
superando la dinamica concertativa utile solo al potere politico ed economico per
deconflittuare le vertenze e renderle sterili, restituendo ai lavoratori gli strumenti per
combattere oligarchie economiche con le quali non si possono produrre accordi che ledono
dignità e salario. La classe dirigente di questa regione deve farsi carico di una proposta chiara e forte che
obblighi il Ministero a riaprire la vertenza e che metta il gruppo industriale in mano a chi lo
manda avanti quotidianamente: i lavoratori.
Basta con gli assalti alla diligenza, è ora che si dia piena attuazione alla Costituzione e che, pertanto, si esproprino, con indennizzo, le aziende in difficoltà e le si mettano in mano ai
lavoratori. Siamo arrivati alla famosa dicotomia di Rosa Luxemburg: socialismo o barbarie. I
comunisti lotteranno per far affermare nel Paese l’idea di una società alternativa all’attuale,
in cui ci sia il diritto dei lavoratori a gestire quelle che, per noi, sono le loro aziende. PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTA
Federazione di Terni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: