Ultimi aggiornamenti

“Ora ci sono le condizioni per una realistica alternativa al Borgna-bis”

Panero, pensa che il “caso Borgna-Manassero”, per come è finito, possa aprire nuovi orizzonti rispetto alla lista dei Beni Comuni?

“Lo scontro Borgna-Manassero si è concluso come era prevedibile che si concludesse: la Manassero si è ritirata e il Pd sosterrà il sindaco Borgna. Un tira e molla tutto interno a un mondo politico che ha unanimemente sostenuto Renzi, le sue peggiori politiche e persino il SI al Referendum Costituzionale”.

Si stanno determinando condizioni politiche favorevoli e inaspettate per voi. Non crede?

“Noi continueremo con chiarezza a costruire dal basso un’alternativa vera a questa politica di Palazzo: fuori dalle stanze, dentro la città, con gli incontri che il candidato sindaco Nello Fierro sta facendo nei quartieri e nelle frazioni. Vogliamo realizzare, insieme ai concittadini, un programma ed una lista, “Cuneo per i Beni Comuni”, aperta a tutte e tutti, che parli dei bisogni delle persone e dia voce a chi in questi anni ne ha avuta poca o non ne ha avuta affatto”.

Intendete porvi alla testa di chi, da sinistra, vuole dar vita ad un diverso governo della città? 

“Ora più che mai occorre dare ai cuneesi una possibilità seria e credibile all’annunciato Borgna-bis: costruendo insieme uno spazio alternativo in forme comprensibili e popolari, su basi programmatiche e non ideologiche”.

Pensa, alla luce delle novità politiche intercorse, che sia possibile ripensare un candidato sindaco che sia sintesi delle vostre istanze e di quelle espresse dai sostenitori della Manassero?

“Fierro ha un profilo di candidato che si attaglia bene a queste esigenze. E’ giovane, rappresenta un elemento di novità e nessuno può dire – cosa che invece varrebbe per il sottoscritto – che sia ideologicamente troppo etichettabile”.

Che cosa ne pensa del ritiro della candidatura di Patrizia Manassero?   “Esprimo la mia solidarietà personale alla senatrice Manassero, persona umana e sensibile, vittima di una cultura politica che, in nome della vittoria ad ogni costo, sacrifica la battaglia per le idee, la coerenza e le persone”.

Siete disposti, come Beni Comuni, a far spazio a quegli iscritti al Pd che, delusi dall’epilogo della vicenda, intendessero chiedervi asilo politico?

“Certamente. So che oggi, nelle file di quel partito, c’è un’insofferenza profonda. Mi auguro che tanti trovino il coraggio di proseguire sulla strada che avevano intrapreso. Noi siamo qui, disponibili, pronti ad accoglierli a braccia aperte. Non per creare un nuovo partito politico, ma esclusivamente per dar vita ad un’alternativa amministrativa, ora più realistica di qualche mese fa, per la città di Cuneo”.   Giampaolo Testa

tratto da http: www.targatocn.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: