Ultimi aggiornamenti

Unidos Podemos è sopra il PSOE, secondo partito

26-J sarà una lotta tra fini e il PSOE, che si trova nel mezzo, sarà essere notevolmente danneggiata se si può non attivare un elettorato indeciso non oggi trovare ragioni per andare alle urne. La coalizione degli Stati Uniti può coincidere con il PP nel suo polarizzare il pre – strategia della campagna e ignorare i socialisti. Questo, e una partecipazione che può essere fino a cinque punti inferiore rispetto a dicembre, rende popolare sono consolidate in primo luogo, che gli Stati possono allontanarsi al di sopra del PSOE e la candidatura di Pedro Sanchez offusca, secondo per l’indagine Metroscopia preparato per il paese.

Mariano Rajoy ha rigorosamente applicato durante tutti questi mesi di massima politica e istituzionale “colui che resiste, vince” serratura. Il PP mantiene la sua primaposizione, in base alla rilevazione di Metroscopia , e appena perso due decimi testimone del risultato ottenuto 20-D. Le elezioni tenute oggi, otterrebbe il 28,5% dei voti. A uno e una metà del 30% che avrebbe respirare facile strateghi del PP, ma con gli elettori che hanno una altissima fedeltà (78% per cento ha dichiarato di pensare di nuovo a supporto popolare) e rimangono molto mobilitate .

E così fa l’elettorato Unidos Podemos. Nonostante l’immagine proiettata di ostruzionismo durante il periodo dei negoziati per formare un governo, gli elettori di Chiese e Garzón continuano mostrando il loro sostegno in larga misura (se applicabile fedeltà è 79%). Con un supporto di 25,6% (5,4 punti percentuali in vista del PSOE), il sorpasso è sempre più di una realtà che una minaccia.

strategia di polarizzazione

Entrambe le formazioni, PP e United We Can, hanno scoperto che la memoria è fragile e che, dopo la delusione e la sovrabbondanza installato nella opinione pubblica, dopo quasi mezzo un anno di blocco, niente di meglio per stringere la corda e polarizzare la battaglia elettorale per mettere in camminare al tuo . Per riconoscere più o meno apertamente. Se il vice primo ministro, Soraya Sáenz de Santamaría, non ha alcun problema ad ammettere che esso è buono per spiegare i rischi che significherebbe l’avvento al potere delle Chiese, e il primo ministro, Mariano Rajoy, il dubbio e ad alta voce che il suo vero rivale è Pedro Sanchez, il leader del Podemos proclama la sua formazione come una vera alternativa di governo (lo ha fatto ieri, in un articolo pubblicato da questo giornale) e convoca la “vecchia socialdemocrazia” per decidere chi per sostenere dopo il 26-J.

Il partito socialista affronta la situazione più delicata in decenni di democrazia. La possibilità di perdere l’egemonia della sinistra è sempre più reale e ha il difficile compito di combattere due potenti rivali. La sua virtù principale, occupa il centro sinistra spazio (quello in cui è sempre stato in gran parte del corpo elettorale spagnola ) è ora la sua principale debolezza in uno scenario di bianco e nero. Il sondaggio Metroscopia dà socialisti un supporto del 20,2%, quasi due punti inferiori ai risultati dicembre e li pone in una terza posizione: determinanti, se tale risultato è confermato, per la formazione del governo, ma senza l’autorità di essere i quelli che prendono l’iniziativa.

L’immagine delle Chiese

Hanno una carta vincente in loro favore. Pablo Iglesias rimane, con un equilibrio valutativo di 40 punti negativi (la differenza tra chi approva e chi disapprova dellasua gestione), leader con Rajoy peggior punteggio (-43). Il candidato di United We Can, credere i socialisti, ha subito una grande usura immagine nel corso di questi mesi, e come sfruttare questa debolezza accade a confrontarsi con l ‘ “immagine presidenziale” Sanchez contro la Chiesa. Si è visto che la strategia funziona per loro, perché il candidato del PSOE non c’è niente di meglio in piedi nella valutazione dà Metroscopia (-38).

Albert Rivera lascia beneficiato solo dalla loro disponibilità a negoziare, e la sua immagine è ancora buono tra gran parte dell’elettorato. In realtà, si può anche raschiare più della base elettorale del PP e il PSOE. 8%, rispettivamente, di quegli elettori non avrebbe alcuna obiezione a dare il supporto 26-J. L’indagine fornisce un sostegno del 16,6%, quasi tre punti in più rispetto a dicembre. I cittadini, tuttavia, è consapevole del fatto che le indagini a volte hanno qualche miraggio di formazione. I loro potenziali elettori sono più dubbi. Solo il 60% di coloro che lo hanno sostenuto nel mese di dicembre sono pienamente convinto che lo farà ancora una volta (il 15% in meno rispetto al PP o United We Can).

Una sola certezza emerge da Metroscopia sondaggio: la partita si gioca a quattro.Il 90% degli elettori si concentrano il loro sostegno, in modo molto equilibrato, nel Partito Popolare, United We Can, il PSOE e cittadini. E la maggioranza è chiaro che, a partire dal 26-J, che vuole governare deve farlo con il supporto di altri. Al di là di ciò che la coalizione ha preferito dagli spagnoli (PSOE e United We Can supera alcuni punti da PP e cittadini), 7 su 10 ritengono che unendo le forze è positivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: